Benesseretermeitalia.com, terme, SPA, benessere

Con Benesseretermeitalia.com è facile trovare
hotel del benessere o terme!

Cerca hotel o terme

La Cucina del Benessere: DOLCI

 

Perché i dolci "fanno male"? Il problema è negli ingredienti base: zucchero, farina, latte e uova. Tutti alimenti che, a vario titolo, presentano controindicazioni. Nei dolci industriali troviamo anche grassi vegetali idrogenati (margarine), sciroppo di glucosio, zucchero invertito, burro anidro e latte in polvere, oltre ad addensanti, coloranti, dolcificanti, stabilizzanti, acidificanti e anti acidificanti: tutti elementi quanto meno dubbi per la nostra salute.

Le conseguenze di una dieta troppo ricca di dolci sono colesterolo cattivo, trigliceridi alti, metabolismo lento, accumuli di adipe, oltre ai noti pericoli per chi soffre di diabete.

Ma non va trascurato un altro aspetto: il cibo non soddisfa solo il fabbisogno energetico ma anche altre necessità, altrettanto concrete. Esempio caratteristico è il cioccolato che, oltre a soddisfare il gusto, agisce sul sistema nervoso liberando endorfine e provocando una sensazione di benessere. In generale mangiare dolci stimola la produzione di serotonina, calmante dell'umore in grado di dare sollievo negli stati depressivi.

Quindi non è assolutamente consigliabile compiere scelte drastiche escludendo i dolci dalla propria alimentazione. Ancora una volta la scelta vincente è la moderazione, diminuendo le quantità e selezionando gli ingredienti.

Il principale "indiziato" è lo zucchero. Tutti gli studi scientifici mettono in relazione il suo abuso con le più diverse malattie, come diabete, colesterolo alto, obesità, fino all'osteporosi e al cancro. Gli zuccheri semplici sono facilmente assorbiti, provocando in tempi brevi un rapido innalzamento della glicemia, particolarmente pericoloso per chi, come i soggetti diabetici, ha difficoltà ad utilizzare il glucosio. Si ovvia a questo fenomeno ricorrendo a dolci da forno con farine integrali: l'abbinamento di zuccheri semplici con i carboidrati (zuccheri complessi che richiedono una digestione più lunga e un maggior dispendio calorico da parte dell'organismo) consente un miglior equilibrio dei livelli di zucchero nel sangue; inoltre le fibre dei prodotti integrali hanno un effetto saziante e contribuiscono a regolare l'intestino. L'ideale sarebbe ridurre l'uso dello zucchero comune abituandoci a sostituirlo con altri. Il miele è molto adatto per tutti i dolci che non devono essere sottoposti a cottura (il miele cotto può rilasciare sostanze tossiche). Per torte e biscotti è meglio usare altri sostituti, come il malto di grano o il succo concentrato di mela o di acero.

Uova e latte sono difficili da digerire, creano intolleranze e aumentano il colesterolo. Per sostituirli, nell'impasto dei dolci si può aggiungere un po' di farina di mais fioretto.

Infine il burro, di cui è noto l'elevato apporto di colesterolo, può essere sostituito da oli vegetali, di mais o d'oliva purché di gusto delicato. Da evitare le margarine: i metodi di produzione danno luogo ad alterazioni nocive per la salute.

Un dolce prodotto con questi ingredienti ha circa la metà delle calorie della versione tradizionale, è molto più digeribile e non aggrava i disturbi e le malattie legate all'alimentazione. Ma è altrettanto buono!

Facebook