Benesseretermeitalia.com, terme, SPA, benessere

Con Benesseretermeitalia.com è facile trovare
hotel del benessere o terme!

Cerca hotel o terme

La Cucina del Benessere: FRUTTA E VERDURA

 

La frutta e la verdura sono le vere “star” dell'informazione nutrizionale mediatica. Tutti concordi, nutrizionisti e OMS (l'Organizzazione Mondiale della Sanità, che detta le linee guida per la salute) affermano che una alimentazione sana non deve prescindere dall'assunzione giornaliera di almeno 5 porzioni di questi prodotti. In Italia, grazie alla ricchezza e alla varietà produttiva, siamo fra i più prossimi all'obiettivo ma ancora troppi - specie fra i ragazzi - se ne discostano significativamente.

Complessivamente molto digeribili e poco caloriche, frutta e verdura contribuiscono in maniera essenziale ad un'alimentazione corretta grazie alla ricchezza di vitamine, fibre, minerali e tanta acqua. Quest'ultima, presente al 90-95%, è fondamentale per idratare l'organismo, mantenendo - unitamente ai minerali - l'equilibrio idrosalino. Le fibre, che danno sazietà, rallentano lo svuotamento gastrico e migliorano la funzionalità intestinale. La grande ricchezza di vitamine rende poi questi alimenti indispensabili; esse sono infatti necessarie per mantenere la struttura dei tessuti e degli organi, per la sintesi di enzimi ed ormoni, per produrre energia dai cibi ingeriti. Poiché il corpo umano non le produce è necessario introdurle dall'esterno tramite la nutrizione. Ancora oggi non sono infrequenti stati di leggera avitaminosi: uno squilibrio insidioso che può causare danni senza che ce ne rendiamo conto poiché non dà sintomi evidenti.

Di grande interesse e attualità è anche la presenza dell'acido galacturonico che si combina con i metalli pesanti, molto diffusi a causa dell'inquinamento, permettendone l'eliminazione.

I 5 colori

Studi recenti hanno puntato i riflettori sui phytochemical; sono sostanze chimiche prodotte naturalmente dalle piante, responsabili del colore di frutta e verdura e capaci di molteplici e differenti effetti benefici sulla salute, contribuendo ad inattivare i carcinogeni, a sopprimere la crescita di cellule tumorali maligne e interferendo con i processi alla base delle malattie legate all'arteriosclerosi. Proprio basandosi sulle numerose proprietà benefiche dei phytochemical è stato di recente messo a punto il metodo dei 5 colori.

In pratica frutti e verdure sono raggruppati in base al loro colore, indicatore della presenza di un preciso phytochemical con specifiche proprietà. I colori individuati sono bianco, blu-viola, giallo-arancio, rosso e verde. Seguendo i colori e cercando di inserire nella nostra alimentazione l'intero assortimento abbiamo la garanzia di usufruire della gamma completa degli apporti nutrizionali di questo gruppo di alimenti.

Regole di consumo

La concentrazione delle sostanze benefiche è massima nell'alimento crudo e appena raccolto. Vale quindi la pena di inserire varie porzioni da consumare crude e soprattutto di non lasciar passare molto tempo fra acquisto e consumo. Altro elemento significativo è la maturazione naturale: conviene sempre far ricorso ai prodotti di stagione che hanno potuto compiere il loro ciclo biologico senza forzature.

Non bisogna dimenticare che i vegetali assorbono parte dei prodotti chimici usati nella coltivazione o comunque presenti in aria, acqua e suolo a causa di varie forme di inquinamento. Quindi occorre sempre procedere ad un accurato lavaggio. Purtroppo alcune sostanze inquinanti non sono idrosolubili e tendono a legarsi con la struttura della pianta: unico modo di ovviare a questo rischio è il ricorso a prodotti da coltivazione biologica. In ogni caso va tenuto presente che la buccia della frutta è la più esposta a questo pericolo; in particolare la scorza degli agrumi deve sempre essere scelta solo fra quelli coltivati naturalmente.

Un'avvertenza per chi soffre di gonfiori addominali: se la frutta viene consumata a fine pasto resta molto a lungo nell'apparato digerente e quindi può andare incontro più facilmente alla fermentazione dei suoi zuccheri. Questa fermentazione è spesso responsabile di un'accentuazione dei gonfiori gastrointestinali e di uno scatenamento di flora batterica fermentativa che può provocare diversi disturbi.
Pertanto è consigliabile consumare la frutta separatamente, alla colazione del mattino o a merenda.

Alimenti della categoria: Frutta e Verdura
Mele
Spinaci
Arance

Facebook